Conto alla rovescia per la seconda edizione del Corso “UPDATE SULLE MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI”

Conto alla rovescia per la seconda edizione del Corso ECM UPDATE SULLE MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI”, in programma il 22 e 23 gennaio presso il CENTRO CONGRESSI dell’UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE (Sala Italia) a Roma.

Come abbiamo anticipato nelle nostre news l’evento si rivolge al Medico (Chirurgia Generale, Gastroenterologia, Igiene degli alimenti e della nutrizione, Medicina Interna, Medicina Generale, Pediatria, Psicoterapia, Scienze dell’alimentazione e dietetica) e al Farmacista, Psicologo, Biologo, Infermiere, Infermiere pediatrico ed è diviso in due parti, la seconda dedicata al Nursing delle MICI. Per ogni informazione vai a  MalattiaCronica_programma

Abbiamo chiesto una “chiave di lettura” dell’iniziativa, dei suoi topics e dei suoi obiettivi, al Prof. Franco Scaldaferri (Direttore UOS Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali, IBD UNIT Fondazione Gemelli)

D “Secondo anno per UPDATE SULLE MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI da dove partiamo?”

Scaldaferri “Da quelle premesse della prima edizione che in questi ultimi dodici mesi hanno incontrato ulteriori verifiche e conferme. Dal punto di vista della ricerca di base focalizziamo in apertura dei lavori l’importanza dell’integrazione delle scienze omiche (Genomica, Trascrittomica, Proteomica, Metabolomica, discipline che utilizzano tecnologie di analisi che consentono la produzione di dati in numero molto elevato e nello stesso intervallo di tempo, NDR) così come un aggiornamento sugli studi con al centro il microbiota, fattore chiave per la modulazione dell’intero ecosistema intestinale (e non solo). Poi andremo a monitorare il ruolo della Biobanca e quanto ha permesso di realizzare in termini di studi nell’ultimo anno”.

 D “E le terapie?”

Scaldaferri: “Ce ne occupiamo in ben due sessioni dei lavori, prendendo le mosse dalle terapie di primo livello e inquadrandone le possibili problematiche di ordine nefrologico e cardiologico, quindi approdando ai nuovi approcci farmacologici, visti sia in termini di efficacia sia di sicurezza, introducendo quest’anno anche il concetto della fragilità, vista come una “nuova frontiera” delle terapie delle IBD. Ovviamente andremo anche a offrire un update sulla terapia chirurgica e sul ruolo, in grande progresso negli ultimi tempi, dell’approccio endoscopico alle lesioni. E senza dimenticare il ruolo fondamentale – e che quest’anno approfondiamo ulteriormente – della nutrizione come fattore critico di successo.”

D “Grande rilievo nel programma alla gestione MDT (MultiDisciplinary Team, NDR)”

Scaldaferri “Assolutamente: sia le caratteristiche intrinseche delle MICI, con presentazione ed evoluzione spesso caratterizzate da forte differenziazione da paziente a paziente – per età, sesso, condizioni generali e patologie concomitanti – sia accompagnate da problematiche di ordine psicologico dal peso anche importante, richiedono una grande integrazione delle conoscenze tra i vari settori specialistici coinvolti. È la grande sfida di un centro come CEMAD Gemelli, dove la rete interna delle competenze gioca un ruolo fondamentale per la personalizzazione mirata della terapia, un fattore chiave per il successo della cura.”

 Anche nel 2024 la seconda parte del corso è dedicata al Nursing Approach delle MICI ed abbiamo quindi chiesto di introdurlo al Dr. Daniele Napolitano (Care Manager IBD Cemad) e Presidente del Corso Nursing.

D “L’infermiere come elemento del Team multidisciplinare e parte integrante delle Società Scientifiche”

Napolitano “L’ultimo aspetto il nostro corso, ha voluto approfondire, è stato proprio il ruolo infermieristico come parte integrante essenziale dei Team multidisciplinare. Oggi, sebbene l’armamentario terapeutico sia sempre più vasto, la complessità dei pazienti sembra essere una prerogativa sempre più presente nei grandi centri come il nostro. Elementi come quello infermieristico sono essenziali, nelle dinamiche di gestione dei flussi di questi pazienti, che necessità consulenze e indagini diagnostiche-terapeutiche sempre più complesse. Sono attenzionati in discussioni multidisciplinare in un cui la guida infermieristica con la visione globale può essere l’unica soluzione. Ciò del resto a portato a nuove figure emergenti come i Care Manager, sempre di più presenti nei grandi centri e sempre di più in grado di fare la differenza, sia nel supporto clinico che in quello di ricerca e sperimentazione a cui il paziente fa riferimento. Elemento imprescindibile sono anche le Società Scientifiche, come IgIBD, in cui gli infermieri nell’ultimo congresso nazionale sono stati riconosciuti dall’assemblea dei soci, come elemento autonomo all’interno della Società, innovazione e iniziativa che porterà alla creazione di una rete nazionale nei prossimi mesi, e sicuramente ad un riconoscimento sul territorio di questa figura professionale. L’auspicio è che gli infermieri siano sempre più presenti nei centri IBD, ma anche nella attività congressuali, non marginalmente ma da protagonisti.”

 D “MICI, patologie croniche e qualità di vita dei pazienti: come è cambiato nel tempo il ruolo dell’infermiere?”

Napolitano “In questa seconda edizione del nostro Corso, abbiamo cercato di esplicitare sempre di più con le relazioni dei nostri infermieri esperti, il ruolo infermieristico nell’approccio al paziente. Non solo l’approccio al paziente che viene sottoposto alla terapia biologica presso il centro, ma anche il supporto del paziente che vuole essere in contatto con il centro a distanza, in ogni momento.

E’ il ruolo del Telenursing, ovvero del supporto che infermieri esperti e competenti riescono a dare al paziente con email, telefono e sistemi di ultima generazione a distanza. La gestione delle nuove terapie domiciliari rende sempre di più necessario il contatto a distanza e il monitoraggio delle terapie, supportando il paziente nella gestione dei sintomi, nella conservazione dei farmaci, negli effetti indesiderati delle terapie e nel monitoraggio della gestione dei sintomi.”

D “Nutrizione: come consigliare il paziente? Quali gli errori più comuni sui quali intervenire?

Napolitano “Parleriemo della gestione del paziente a distanza ma non solo: il corso ha l’intenzione di mettere in evidenzia anche le capacità e le competenze infermieristiche in grado di supportare il paziente nelle integrazioni vitaminiche, elemento sempre critico del percorso clinico-terapeutico dei pazienti con IBD. L’infermiere sebbene non sia un prescrittore, può consigliare integratori vitaminici, probiotici e supporti nutrizionali da “banco” al paziente, favorendo la remissione e supportandoli durante le riattivazioni. Inoltre, gli infermieri tendono a ottimizzare i flussi dei pazienti, consigliando esami di screening o di follow-up per preparare al meglio i pazienti alla visita medica.

D “Nuove molecole e terapie biologiche: qual è il ruolo infermieristico?”

Napolitano “L’esordio di numerose molecole, orali e sottocutanee, pone il ruolo infermieristico cruciale, non solo nella gestione del farmaco ambulatoriale ma anche nella gestione domiciliare con la sorveglianza e il controllo dell’aderenza terapeutica del paziente. La possibilità tra la numerosa scelta delle varie terapie biologiche necessita di competenze infermieristiche sempre più elevate, con attenzione non solo sulla modalità di somministrazione ma anche su quelli che sono i meccanismi di azione dei farmaci biologici. Fare un focus, tra professionisti del settore e raccontare le proprie esperienze, mettendole a disposizione di una rete nazionale è certamente una supporto necessario in un momento di grande cambiamento e innovazione come questo.”

D “L’infermiere come elemento del Team multidisciplinare e parte integrante delle Società Scientifiche”

Napolitano “Il ruolo infermieristico è parte integrante essenziale dei Team multidisciplinare. Oggi, sebbene l’armamentario terapeutico sia sempre più vasto, la complessità dei pazienti sembra essere una prerogativa sempre più presente nei grandi centri come il nostro. Elementi come quello infermieristico sono essenziali, nelle dinamiche di gestione dei flussi di questi pazienti, che necessitano consulenze e indagini diagnostiche-terapeutiche sempre più complesse.

Ciò ha portato a nuove figure emergenti come i Care Manager, sempre più presenti nei grandi centri e sempre di più in grado di fare la differenza, sia nel supporto clinico che in quello di ricerca e sperimentazione a cui il paziente fa riferimento. Elemento imprescindibile sono anche le Società Scientifiche, come IgIBD, in cui gli infermieri nell’ultimo congresso nazionale sono stati riconosciuti dall’assemblea dei soci, come elemento autonomo all’interno della Società, innovazione. L’auspicio è che gli infermieri siano sempre più presenti nei centri IBD, ma anche nella attività congressuali, non marginalmente ma da protagonisti.”

 

 

 

 

 

 

 

 

Related Posts

GDPR

  • Avvertenze e Privacy
  • Google Analytics

Avvertenze e Privacy

Chi siamo

Il CEMAD è il centro per le malattie digestive della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS

L’indirizzo del nostro sito web è: http://www.cemadgemelli.it.

Avvertenze

Il CEMAD precisa che le informazioni presenti nel Sito costituiscono una mera informazione di massima in ordine alle patologie presentate e non sostituiscono in alcun modo l’intervento o l’opinione del medico o la sua diagnosi in relazione ai casi concreti. Conseguentemente si consiglia in ogni caso di contattare il medico di fiducia.

L’accesso e la consultazione di questo sito sono sottoposti ai seguenti termini e condizioni e alle normative vigenti. L’accesso e la consultazione del presente Sito implicano pertanto l’accettazione incondizionata di tali termini e condizioni.

Il Sito e le informazioni in esso contenute e ad esso collegate rivestono esclusivamente scopo informativo e non costituiscono la base per alcuna decisione o azione. Pertanto l’utilizzo del Sito e di ogni altro ad esso collegato sarà sotto la diretta responsabilità e a totale rischio dell’utente.

Il CEMAD compie ogni sforzo per fornire informazioni il più possibile precise ed accurate, tuttavia non si assume alcuna responsabilità né fornisce alcuna garanzia sul contenuto del Sito che deve essere quindi opportunamente valutato dal visitatore.

Il Sito rispecchia in pieno la filosofia del CEMAD.

In particolare, il CEMAD non potrà essere ritenuto responsabile per difetti di accuratezza, completezza, adeguatezza, tempestività delle informazioni contenute nel Sito né per eventuali danni o virus che possano colpire l’attrezzatura informatica o altra proprietà del visitatore in conseguenza dell’accesso, dell’utilizzo o della navigazione del Sito. il CEMAD si riserva il diritto di interrompere o sospendere in qualsiasi momento le funzionalità del Sito senza che ne derivi l’assunzione di alcuna responsabilità a proprio carico.

Le informazioni presenti nel Sito potrebbero contenere errori tecnici o tipografici. il CEMAD si riserva il diritto di apportare in ogni momento e senza preavviso modifiche, correzioni e miglioramenti alle predette informazioni, ai prodotti e ai programmi.

Link

Nel Sito sono inoltre presenti collegamenti (link) ad altri siti di terze parti, ritenuti di interesse per il visitatore. Con il collegamento a tali siti, si esce dal presente Sito per libera scelta e si accede ad un sito di proprietà di terzi, quest’azione sarà segnalata con apertura di una finestra di warning. Le informazioni contenute in tali siti possono non essere in linea con le disposizioni del dlgs 541/92 che regola la pubblicità dei medicinali per uso umano e sono comunque del tutto indipendenti e fuori dal controllo del CEMAD, che non si assume alcuna responsabilità in proposito.
In ogni caso, il CEMAD non assume alcuna responsabilità, né fornirà alcuna garanzia circa la natura e i contenuti di qualsiasi pagina o sito web di terzi connessi al presente Sito mediante links. Tutti gli utenti dovranno quindi prendere atto che il collegamento a siti di terzi avviene sotto la propria responsabilità.

Cookies

Questo sito non utilizza cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati cookies c.d. persistenti, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti.

Il presente sito sfrutta gli script di “Google Analytics”, anonimizzando appositamente l’indirizzo IP degli utenti; pertanto, i relativi cookies (che non consentono alcuna profilazione), sono da considerarsi meramente “tecnici”.

L’uso dei c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito, evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente

Contenuto incorporato da altri siti web

Gli articoli su questo sito possono includere contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.). I contenuti incorporati da altri siti web si comportano esattamente allo stesso modo come se il visitatore avesse visitato l’altro sito web.

Questi siti web possono raccogliere dati su di te, usare cookie, integrare ulteriori tracciamenti di terze parti e monitorare l’interazione con essi, incluso il tracciamento della tua interazione con il contenuto incorporato se hai un account e sei connesso a quei siti web.

YouTube

Our website uses plugins from YouTube, which is operated by Google. The operator of the pages is YouTube LLC, 901 Cherry Ave., San Bruno, CA 94066, USA.

If you visit one of our pages featuring a YouTube plugin, a connection to the YouTube servers is established. Here the YouTube server is informed about which of our pages you have visited.

If you’re logged in to your YouTube account, YouTube allows you to associate your browsing behavior directly with your personal profile. You can prevent this by logging out of your YouTube account.

YouTube is used to help make our website appealing. This constitutes a justified interest pursuant to Art. 6 (1) (f) DSGVO.

Further information about handling user data, can be found in the data protection declaration of YouTube under https://www.google.de/intl/de/policies/privacy.

Vimeo

Our website uses features provided by the Vimeo video portal. This service is provided by Vimeo Inc., 555 West 18th Street, New York, New York 10011, USA.

If you visit one of our pages featuring a Vimeo plugin, a connection to the Vimeo servers is established. Here the Vimeo server is informed about which of our pages you have visited. In addition, Vimeo will receive your IP address. This also applies if you are not logged in to Vimeo when you visit our plugin or do not have a Vimeo account. The information is transmitted to a Vimeo server in the US, where it is stored.

If you are logged in to your Vimeo account, Vimeo allows you to associate your browsing behavior directly with your personal profile. You can prevent this by logging out of your Vimeo account.

For more information on how to handle user data, please refer to the Vimeo Privacy Policy at https://vimeo.com/privacy.

Google Web Fonts

For uniform representation of fonts, this page uses web fonts provided by Google. When you open a page, your browser loads the required web fonts into your browser cache to display texts and fonts correctly.

For this purpose your browser has to establish a direct connection to Google servers. Google thus becomes aware that our web page was accessed via your IP address. The use of Google Web fonts is done in the interest of a uniform and attractive presentation of our plugin. This constitutes a justified interest pursuant to Art. 6 (1) (f) DSGVO.

If your browser does not support web fonts, a standard font is used by your computer.

Further information about handling user data, can be found at https://developers.google.com/fonts/faq and in Google’s privacy policy at https://www.google.com/policies/privacy/.

Google Analytics

Il presente sito sfrutta gli script di “Google Analytics”, anonimizzando appositamente l’indirizzo IP degli utenti; pertanto, i relativi cookies (che non consentono alcuna profilazione), sono da considerarsi meramente “tecnici”.