L’emergenza COVID-19 non ferma la solidarietà alla Villetta della Misericordia

La pandemia di Coronavirus non ferma la solidarietà alla Villetta della Misericordia, Centro di Accoglienza per persone senza fissa dimora interno al Campus dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, che da tempo collabora con la UOSA di Patologie Alcol Correlate del Policlinico Gemelli.

La Villetta della Misericordia: a chi si rivolge e che servizi offre

Dal 2016 i Volontari della Comunità di Sant’Egidio garantiscono agli ospiti della Villetta vitto, alloggio e un continuo supporto nella quotidianità, con particolare attenzione al reinserimento sociale e nel mondo del lavoro. Parallelamente, è stato predisposto ed attuato un piano sanitario personalizzato, che prevede un accesso diretto a prestazioni finalizzate ad un percorso di cura delle Patologie Alcol Correlate, che affliggono una buona parte dei soggetti senza fissa dimora.

Questo percorso si articola in due fasi; la prima avviene in regime di ricovero ospedaliero per un iniziale inquadramento del paziente, che viene accompagnato nell’interruzione del consumo alcolico in condizioni di sicurezza e con un trattamento clinico adeguato. La seconda fase si articola in un follow up ambulatoriale personalizzato, con stretto monitoraggio clinico-terapeutico del paziente, unitamente alla possibilità di intraprendere un percorso psico-motivazionale che prevede sedute individuali e di gruppo con psicologi dedicati.

Viene infine incoraggiata la frequenza ai gruppi di Alcolisti Anonimi, i cui operatori settimanalmente visitano il Reparto, fornendo informazioni e recapiti ai pazienti interessati. L’attuazione di questi interventi si avvale del costante ed indispensabile supporto della famiglia dei Volontari della Comunità di Sant’Egidio, che opera in una rete di sostegno sempre pronta a rispondere alle esigenze del singolo caso.

Accanto alle persone più fragili: costruiamo rapporti di fiducia

Con tale modalità operativa, si è vinto il pregiudizio secondo il quale i pazienti senza fissa dimora sono refrattari all’intervento clinico, in quanto gravati da sofferenze e traumi tali da aver minato irreparabilmente la fiducia nella possibilità di recupero, e ha dato modo di creare un percorso di crescita umana e professionale per il personale coinvolto. In questo processo si sono presentate delle difficoltà legate alla necessità di stabilire un rapporto di fiducia con persone sofferenti e diffidenti, spesso portatrici di patologie croniche trascurate per anni. Ma, giorno dopo giorno, l’empatia che si è creata fra pazienti e personale dedicato alla loro cura ha portato decine di persone a prendere consapevolezza della propria malattia e diventare parte attiva nel proprio percorso di cura, riacquistando la salute, la dignità della propria esistenza e la reintegrazione sociale e, spesso, lavorativa.

L’emergenza Coronavirus

Questo delicato equilibrio fra pazienti, operatori sanitari e volontari è stato messo alla prova dall’emergenza sanitaria scatenata dalla pandemia di Coronavirus: la chiusura degli ambulatori e delle prestazioni ospedaliere elettive rischiava di interrompere bruscamente quello che per molti dei pazienti era l’unico contatto con la Sanità, l’unica possibilità di proseguire il trattamento delle numerose patologie di cui sono affetti, facendo riemergere l’abbandono ed il disagio sociale che il Percorso si era posto l’obiettivo di annullare.

Un ambulatorio per le visite all’aria aperta

Fortunatamente, lo spirito di solidarietà della Villetta e dei suoi amici non si è fermato davanti a problematiche di tipo “logistico”: di fronte all’inaccessibilità degli ambulatori giustificata dal pericolo del contagio in luoghi chiusi, si è provveduto ad allestire un ambulatorio all’aria aperta. L’appuntamento ambulatoriale settimanale è ripreso quindi regolarmente oltre le mura del CEMAD, collocandosi nel prato antistante la Villetta, al sicuro dal contagio ed all’ombra degli alberi del Campus. Gli ospiti stessi della Villetta si sono occupati dell’allestimento della postazione: è stato predisposto un tavolo rotondo che viene igienizzato ad ogni visita, collocato in modo tale da mantenere la distanza di sicurezza e la privacy dei pazienti durante il colloquio.

Grazie a queste sinergie si è potuto garantire, anche in tempi di emergenza, il diritto alle cure a queste persone che vivono ai margini della società e sono particolarmente fragili.

(nelle foto, visite ambulatoriali all’aperto presso la Villetta della Misericordia)

Related Posts

We are using cookies to give you the best experience. You can find out more about which cookies we are using or switch them off in privacy settings.
AcceptPrivacy Settings

GDPR

  • Avvertenze e Privacy
  • Google Analytics

Avvertenze e Privacy

Chi siamo

Il CEMAD è il centro per le malattie digestive della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS

L’indirizzo del nostro sito web è: http://www.cemadgemelli.it.

Avvertenze

Il CEMAD precisa che le informazioni presenti nel Sito costituiscono una mera informazione di massima in ordine alle patologie presentate e non sostituiscono in alcun modo l’intervento o l’opinione del medico o la sua diagnosi in relazione ai casi concreti. Conseguentemente si consiglia in ogni caso di contattare il medico di fiducia.

L’accesso e la consultazione di questo sito sono sottoposti ai seguenti termini e condizioni e alle normative vigenti. L’accesso e la consultazione del presente Sito implicano pertanto l’accettazione incondizionata di tali termini e condizioni.

Il Sito e le informazioni in esso contenute e ad esso collegate rivestono esclusivamente scopo informativo e non costituiscono la base per alcuna decisione o azione. Pertanto l’utilizzo del Sito e di ogni altro ad esso collegato sarà sotto la diretta responsabilità e a totale rischio dell’utente.

Il CEMAD compie ogni sforzo per fornire informazioni il più possibile precise ed accurate, tuttavia non si assume alcuna responsabilità né fornisce alcuna garanzia sul contenuto del Sito che deve essere quindi opportunamente valutato dal visitatore.

Il Sito rispecchia in pieno la filosofia del CEMAD.

In particolare, il CEMAD non potrà essere ritenuto responsabile per difetti di accuratezza, completezza, adeguatezza, tempestività delle informazioni contenute nel Sito né per eventuali danni o virus che possano colpire l’attrezzatura informatica o altra proprietà del visitatore in conseguenza dell’accesso, dell’utilizzo o della navigazione del Sito. il CEMAD si riserva il diritto di interrompere o sospendere in qualsiasi momento le funzionalità del Sito senza che ne derivi l’assunzione di alcuna responsabilità a proprio carico.

Le informazioni presenti nel Sito potrebbero contenere errori tecnici o tipografici. il CEMAD si riserva il diritto di apportare in ogni momento e senza preavviso modifiche, correzioni e miglioramenti alle predette informazioni, ai prodotti e ai programmi.

Link

Nel Sito sono inoltre presenti collegamenti (link) ad altri siti di terze parti, ritenuti di interesse per il visitatore. Con il collegamento a tali siti, si esce dal presente Sito per libera scelta e si accede ad un sito di proprietà di terzi, quest’azione sarà segnalata con apertura di una finestra di warning. Le informazioni contenute in tali siti possono non essere in linea con le disposizioni del dlgs 541/92 che regola la pubblicità dei medicinali per uso umano e sono comunque del tutto indipendenti e fuori dal controllo del CEMAD, che non si assume alcuna responsabilità in proposito.
In ogni caso, il CEMAD non assume alcuna responsabilità, né fornirà alcuna garanzia circa la natura e i contenuti di qualsiasi pagina o sito web di terzi connessi al presente Sito mediante links. Tutti gli utenti dovranno quindi prendere atto che il collegamento a siti di terzi avviene sotto la propria responsabilità.

Cookies

Questo sito non utilizza cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati cookies c.d. persistenti, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti.

Il presente sito sfrutta gli script di “Google Analytics”, anonimizzando appositamente l’indirizzo IP degli utenti; pertanto, i relativi cookies (che non consentono alcuna profilazione), sono da considerarsi meramente “tecnici”.

L’uso dei c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito, evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente

Contenuto incorporato da altri siti web

Gli articoli su questo sito possono includere contenuti incorporati (ad esempio video, immagini, articoli, ecc.). I contenuti incorporati da altri siti web si comportano esattamente allo stesso modo come se il visitatore avesse visitato l’altro sito web.

Questi siti web possono raccogliere dati su di te, usare cookie, integrare ulteriori tracciamenti di terze parti e monitorare l’interazione con essi, incluso il tracciamento della tua interazione con il contenuto incorporato se hai un account e sei connesso a quei siti web.

YouTube

Our website uses plugins from YouTube, which is operated by Google. The operator of the pages is YouTube LLC, 901 Cherry Ave., San Bruno, CA 94066, USA.

If you visit one of our pages featuring a YouTube plugin, a connection to the YouTube servers is established. Here the YouTube server is informed about which of our pages you have visited.

If you’re logged in to your YouTube account, YouTube allows you to associate your browsing behavior directly with your personal profile. You can prevent this by logging out of your YouTube account.

YouTube is used to help make our website appealing. This constitutes a justified interest pursuant to Art. 6 (1) (f) DSGVO.

Further information about handling user data, can be found in the data protection declaration of YouTube under https://www.google.de/intl/de/policies/privacy.

Vimeo

Our website uses features provided by the Vimeo video portal. This service is provided by Vimeo Inc., 555 West 18th Street, New York, New York 10011, USA.

If you visit one of our pages featuring a Vimeo plugin, a connection to the Vimeo servers is established. Here the Vimeo server is informed about which of our pages you have visited. In addition, Vimeo will receive your IP address. This also applies if you are not logged in to Vimeo when you visit our plugin or do not have a Vimeo account. The information is transmitted to a Vimeo server in the US, where it is stored.

If you are logged in to your Vimeo account, Vimeo allows you to associate your browsing behavior directly with your personal profile. You can prevent this by logging out of your Vimeo account.

For more information on how to handle user data, please refer to the Vimeo Privacy Policy at https://vimeo.com/privacy.

Google Web Fonts

For uniform representation of fonts, this page uses web fonts provided by Google. When you open a page, your browser loads the required web fonts into your browser cache to display texts and fonts correctly.

For this purpose your browser has to establish a direct connection to Google servers. Google thus becomes aware that our web page was accessed via your IP address. The use of Google Web fonts is done in the interest of a uniform and attractive presentation of our plugin. This constitutes a justified interest pursuant to Art. 6 (1) (f) DSGVO.

If your browser does not support web fonts, a standard font is used by your computer.

Further information about handling user data, can be found at https://developers.google.com/fonts/faq and in Google’s privacy policy at https://www.google.com/policies/privacy/.

Google Analytics

Il presente sito sfrutta gli script di “Google Analytics”, anonimizzando appositamente l’indirizzo IP degli utenti; pertanto, i relativi cookies (che non consentono alcuna profilazione), sono da considerarsi meramente “tecnici”.